Cosa sono le arti marziali

0
115

Viene definita arte marziale qualunque sport o abilità di combattimento, principalmente di origine orientale, come il kung fu (Pinyin gongfu), judo, karate e kendō.

cosa sono le arti marziali

Le arti marziali possono essere suddivise in arti armate e non armate. Il primo comprende il tiro con l'arco, l'artiglieria e la spadaccatura, il secondo, che ha avuto origine in Cina, sottolineare colpisce con i piedi e le mani o grappling.

In Giappone, tradizionalmente la formazione di un guerriero enfatizzato tiro con l'arco, spadaccino, combattimento disarmati, e nuotare in armatura.

I membri di altre classi interessati al combattimento si sono concentrati sulle arti utilizzando il personale, gli strumenti di lavoro di tutti i giorni (come fiocchi, falci e coltelli), e il combattimento disarmato.

Forse la pratica più versatile era il ninjutsu, che è stato sviluppato per le spie militari nel Giappone feudale e comprendeva anche l'addestramento sotto mentite spoglie, fuga, occultamento, geografia, meteorologia, medicina ed esplosivi.

In tempi moderni, i derivati di alcune delle arti marziali armate, come kendō (scherma) e kyūdō (tiro con l'arco), sono praticati come sport. I derivati delle forme inermi di combattimento, come judo, sumo, karate e tae kwon do, sono praticati, così come le forme di autodifesa, come aikido, apkido e kung fu.

Forme semplificate di tai chi chuan (taijiquan), una forma cinese di combattimento inerme, sono popolari come esercizio sano, abbastanza divorziato dalle origini marziali. I derivati di molte delle forme armate e disarmate sono praticati come mezzo di sviluppo spirituale.

L'aspetto unificante primario delle arti marziali dell'Asia orientale, che le distingue dalle altre arti marziali, è l'influenza del Taoismo e del Buddismo Zen.

Questa influenza ha portato ad una forte enfasi sullo stato mentale e spirituale del praticante, uno stato in cui le funzioni razionalizzanti e calcolatrici della mente sono sospese in modo che la mente e il corpo possano reagire immediatamente come unità, riflettendo la situazione mutevole intorno al combattente.

Quando questo stato si perfeziona, l'esperienza quotidiana del dualismo del soggetto e dell'oggetto svanisce.

Poiché questo stato mentale e fisico è anche centrale per il Taoismo e lo Zen, e deve essere sperimentato per essere compreso, molti dei loro adepti praticano le arti marziali come parte della loro formazione filosofica e spirituale.

Al contrario, numerosi praticanti delle arti marziali riprendere la pratica di queste filosofie.

Il 20 ° secolo ha visto una crescita significativa nella popolarità delle arti marziali dell'Asia orientale in Occidente, e sia il judo (1964) e tae kwon do (2000) sono stati aggiunti ai

Giochi olimpici come sport a medaglia piena. All'inizio del 21 ° secolo una disciplina sincretica conosciuta come arti marziali miste, che incorporava tecniche di combattimento da varie tradizioni culturali, aveva anche raggiunto la ribalta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome scegliere le arti marziali giuste per te
Prossimo articoloCitazioni
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here